Il Presidente del Consiglio ha firmato il 21 gennaio il Dpcm che disciplina – dal 1° febbraio – l’accesso a servizi ed attività al chiuso anche a coloro che non sono in possesso della certificazione verde Covid-19.

Il Dpcm individua una serie di servizi e attività che si svolgono al chiuso fondamentali per garantire le “esigenze essenziali e primarie della persona” in quattro ambiti:

  • esigenze alimentari e di prima necessità
  • esigenze di salute
  • esigenze di sicurezza
  • esigenze di giustizia

Nell’ambito delle attività commerciali indicate nell’allegato al Dpcm, l’accesso consente l’acquisto di qualsiasi tipo di merce, anche se non legata al soddisfacimento delle esigenze essenziali e primarie individuate dal citato decreto del presidente del Consiglio dei Ministri.

Seguiranno tutti i chiarimenti e le specifiche del caso.

Si ricorda che dal 20 gennaio scorso è obbligatorio il Green Pass base per le attività legate ai servizi alla persona e che è stato chiarito che, ai fini del decreto-legge 7 gennaio 2022, n. 1, si intendono per “servizi alla persona” le seguenti attività:

    1. saloni di barbieri e parrucchieri;
    2. centri estetici;
    3. istituti di bellezza;
    4. servizi di manicure e pedicure;
    5. attività di tatuaggio e piercing;
    6. sartorie;
    7. lavanderie e tintorie, anche industriali;
    8. pompe funebri.

Per informazioni compila il form di seguito.

    Nome e Cognome *

    Email *

    Messaggio