Uno dei punti che sta suscitando maggiori dubbi, nell’Ordinanza del 13 novembre, riguarda la chiusura nei giorni festivi e prefestivi “….degli esercizi commerciali insediati nell’ambito di centri commerciali e di aree commerciali integrate……“.

Ai sensi della Delibera Regionale 1253/1999, si riporta la definizione che potrebbe aiutare a definire la cosa: “si definisce area commerciale integrata un’area di norma interessante almeno due ettari di superficie territoriale, specialmente dedicato al commercio, all’interno della quale esista o venga progettata una pluralità di edifici per strutture commerciali, per attività paracommerciali, per attività ricreative ed altri servizi complementari. L’area commerciale integrata deve comprendere più strutture di medie e/o grandi dimensioni. Essa è configurabile come complesso organico quanto a fruibilità per gli utenti e dotata di servizi esterni comuni (quali parcheggi, percorsi pedonali, parchi gioco per ragazzi e simili), ma costituita da più unità edilizie autonome realizzate o da realizzarsi anche in tempi diversi…“.

Alla luce dell’Ordinanza che entra in vigore domani, si conferma che tutti i grandi centri/aree commerciali sono da assoggettare alle limitazioni dell’Ordinanza. In questi, nei giorni festivi e prefestivi dovranno rimanere chiuse tutte le attività commerciali (escluse generi alimentari, farmacie, parafarmacie, tabaccherie ed edicole) e potranno rimaner aperte le attività artigianali di servizio (parrucchiere, estetiste, lavanderie, ecc.).

Per quelle attività commerciali che hanno usufruito delle delibera regionale che prevede di conteggiare la metratura di vendita nella misura di un decimo, occorre prendere a riferimento il titolo autorizzativo. Quindi saloni di autoveicoli, centri legnami, materiali per l’edilizia, mobilifici che hanno una SCIA per esercizio di vicinato, possono rimanere sempre aperti nei prefestivi ma non nei giorni festivi.

Per i mercati si evidenzia la necessità da parte dei Comuni di adottare un apposito PIANO che regolamenti l’apertura dei mercati medesimi. In assenza di tale piano, i mercati saranno sospesi.

Per informazioni compila il form

Nome e Cognome *

Email *

Messaggio