Logo CNA Forlì Cesena
home | Unioni | Benessere e sanità | L’esercizio fisico all’aperto

L’esercizio fisico all’aperto

Con l’arrivo dell’estate l’imperativo è rimettersi in forma. I consigli di un esperto nostro associato, all’insegna del vero benessere

Quando arriva l’estate, l’imperativo, per la maggior parte della popolazione, è quello di mettersi in forma, soprattutto in una riviera come quella Romagnola, dove purtroppo spesso conta di più l’apparire rispetto allo stare bene.

Più la temperatura aumenta più diminuisce la voglia di allenarsi in strutture chiuse come palestre o centri specializzati, mentre cresce il desiderio di muoversi in ambienti aperti come parchi e spiagge.

Soprattutto in Romagna da almeno 5 anni i parchi sono diventati delle vere e proprie palestre a cielo aperto, dove la popolazione può frequentare corsi di gruppo, con lo scopo di muoversi in compagnia e godere dei benefici dell’esercizio fisico.

Ormai è stato ampiamente dimostrato che l’esercizio fisico costante è una vera e propria “medicina” capace di ridurre dell’80% l’incidenza delle cosiddette malattie non trasmissibili: come molte forme di tumore, depressione e malattie cardiovascolari.
Il consiglio è di muoversi 3 volte a settimana per almeno 1 ora a sessione. L’attività deve comprendere fasi di tonificazione muscolare alternate a fasi di allungamento, per preservare muscoli, articolazioni e legamenti. Per gli esercizi estivi, il mio consiglio è quello di chiedere al proprio trainer, nel centro frequentato, di prepararci un allenamento che permetta, anche senza l’utilizzo di macchine, di mantenerci in forma. A questo proposito l’allenamento funzionale, molto in voga negli ultimi anni, dà la possibilità di allenarsi grazie ad esercizi che utilizzano il peso del proprio corpo come resistenza.    

Come ho già detto, quindi, è importante muoversi o in un centro wellness o con una corsa al parco o con una passeggiata in spiaggia, per vivere meglio con noi stessi e con gli altri.

Leggi qui l'articolo completo