Logo CNA Forlì Cesena
home | Servizi | Tutele e diritti | Le malattie professionali

Le malattie professionali

Il Patronato EPASA, promosso da CNA, ha tra i suoi compiti anche quello di fornire assistenza in tema di infortuni sul lavoro e di malattie professionali.
A volte si riconduce un problema fisico a fattori diversi (ambientali, anagrafici, ecc.) trascurando il fatto che lo stesso possa invece essere ricondotto all’attività lavorativa e pertanto di probabile natura professionale.

Per un edile (anche imbianchino, pavimentatore) le patologie prevalenti sono: ipoacusia da rumore (sordità) tendiniti (spalla, gomiti, polsi), problemi alle ginocchia, discopatie (ernie). Alcune di queste patologie sono riscontrabile anche nei confronti di elettricisti e idraulici.

Per un imprenditore/imprenditrice che lavora nel campo dell’estetica e dell’acconciatura si possono riscontrare: tunnel carpale, epicondilite, dermatiti allergiche, asma.

Per un imprenditore nel settore dell’alimentazione (lavorazioni carni) i problemi più comuni risultano essere: tunnel carpale, epicondilite, tendiniti e peritendiniti.

Un carrozzaio (come anche un lamierista o un verniciatore) può incorrere in ipoacusia da rumore (sordità), ma anche problemi agli arti superiori, asma o bronchite irritativa.

Queste malattie (se ben documentate) possono essere riconosciute dall’INAIL come malattia professionale, dando diritto a un indennizzo per danno biologico variabile (dal 6% al 15%) a  partire da un importo di euro 4. 957 per gli uomini, e di euro 5.422 per le donne.
 
Chi lamentasse qualche patologia riconducibile al tipo di lavoro svolto è invitato a contattare il Patronato EPASA, che metterà a disposizione tutta la disponibilità e l’esperienza dei propri operatori.

Attraverso il Patronato EPASA sarà possibile mettersi in contatto con il medico legale di fiducia per valutare, dal punto di vista sanitario, l’eventuale istruzione della pratica.

Trova il Patronato Epasa presso l’ufficio CNA più vicino a te 

Per ulteriori informazioni:
tel. 0543 770220 - 770286 dalle ore 9.00 alle ore 12.30