Logo CNA Forlì Cesena

29-01-2018 | Novità

Gli sconti fiscali dopo la legge di Bilancio 2018

Gli sconti fiscali dopo la legge di Bilancio 2018

Agevolazioni per gli interventi di efficienza energetica negli edifici, di ristrutturazione edilizia, per l’acquisto di mobili, detrazione per sistemazione del verde. Decorrenza 1 gennaio 2018.

ECOBONUS

Le principali novità e modifiche sono le seguenti:

  • proroga della detrazione “maggiorata” del 65% alle spese sostenute fino al 31/12/2018 (in luogo del 31/12/2017) sulle singole unità immobiliari e conferma della scadenza del 31/12/2021 per quelle eseguite sulle parti comuni di edifici;
  • ad eccezione per le spese relative a:
    A. acquisto e posa in opera di finestre comprensive di infissi
    B. schermature solari
    C. sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di caldaie a condensazione con efficienza almeno pari alla classe A di prodotto prevista dal Reg. UE n. 811/2013 che godranno, a decorrere dal 1°/01/2018, di una detrazione “depotenziata” del 50%. Stessa misura inferiore spetterà alle spese sostenute nel 2018 per l’acquisto e posa in opera di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di generatori di calore alimentati da biomasse combustibili;
  • dal 1/01/2018 nuovi interventi detraibili al 65%, consistenti nella sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con:
    A. impianti dotati di caldaie a condensazione con efficienza almeno pari alla classe A di prodotto prevista dal Reg. UE n. 811/2013 e contestuale installazione di sistemi di termoregolazione evoluti;
    B. impianti dotati di apparecchi ibridi costituiti da pompa di calore integrata con caldaia a condensazione;
    C. generatori d’aria calda a condensazione;
  •  solo per il 2018 è detraibile al 65% anche l’acquisto e posa in opera di micro-cogeneratori in sostituzione di impianti esistenti, ma solo in presenza di un risparmio di energia primaria pari almeno al 20%;
  •  nuova detrazione “ultra-maggiorata” all’80 - 85% per interventi su parti comuni condominiali finalizzati congiuntamente a ridurre il rischio sismico e alla riqualificazione energetica degli edifici (solo per zone sismiche 1-2-3);
  • estensione della facoltà di cedere l’ecobonus anche da parte di soggetti incapienti in riferimento a spese relative a interventi su singole unità immobiliari e non solo, quindi, in riferimento alle parti comuni di edifici condominiali;
  • estensione, a certe condizioni, dell’ecobonus agli Istituti autonomi per le case popolari (IACP), agli enti aventi le medesime finalità sociali e alle cooperative di abitazione a proprietà indivisa;
  • rinvio ad uno o più decreti del Ministro dello sviluppo economico di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze ed altri Ministeri, da emanare entro 60 giorni dall’entrata in vigore della presente legge, per l’aggiornamento dei requisiti tecnici, dei massimali di costo e di tutte le procedure necessari per accedere all’agevolazione. Fintanto che tali decreti non saranno emanati restano in vigore i decreti del Ministro dello sviluppo economico del 19/02/2007 e dell’11/03/2008.

 

BONUS RISTRUTTURAZIONE

Viene prorogata la detrazione “maggiorata” del 50% alle spese sostenute fino al 31/12/2018 (in luogo del 31/12/2017).
Inoltre, il bonus spetterà, a determinate condizioni ma solo in riferimento al sisma-bonus, anche agli Istituti autonomi per le case popolari, agli enti aventi le medesime finalità sociali e alle cooperative di abitazione a proprietà indivisa.

 

BONUS MOBILI

Viene prorogata la detrazione per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe A+ (A per i forni) alle relative spese sostenute entro il 31/12/2018 (in luogo del 31/12/2017), a condizione che l’intervento principale cui si “aggancia” il bonus mobili sia iniziato dal 1/01/2017 (in luogo del 1/01/2016).

 

BONUS VERDE o GREEN-BONUS

Viene introdotta per il 2018 la detrazione del 36% da ripartire in 10 quote annue di pari importo, entro un tetto massimo di spesa detraibile di 5.000 euro, per le opere di sistemazione a verde, di realizzazione di coperture a verde, giardini pensili, impianti di irrigazione e realizzazione di pozzi su edifici esistenti. Sono incluse le relative spese di progettazione e di manutenzione.
Il nuovo bonus compete sia in riferimento a opere su singole unità immobiliari che relative a parti comuni condominiali.
E’ necessario che il pagamento delle spese avvenga con sistemi tracciabili.

 

STERILIZZAZIONE INCREMENTO DI ALIQUOTE DELL’IVA. DECORRENZA 1 gennaio 2019

L’aliquota Iva del 10% sarà incrementata di 1.5 punti percentuali dal 1° gennaio 2019 e di ulteriori 1.5 punti percentuali dal 1° gennaio 2020.
L’aliquota Iva del 22% sarà incrementata di 2.2 punti percentuali dal 1° gennaio 2019, di ulteriori 0.7 punti percentuali a decorrere dal 1° gennaio 2020 e di ulteriori 0.1 punti percentuali a decorrere dal 1° gennaio 2021.