Logo CNA Forlì Cesena

01-12-2017 | Primo piano

Fondi previdenziali - devoluzione quote di TFR: Covip spiega le novità della Legge per la concorrenza

La Covip ha fornito, con propria circolare, chiarimenti sulle nuove discipline introdotte, in materia di previdenza complementare, dalla Legge per la concorrenza.

La circolare puntualizza il campo di applicazione, definisce le prassi da adottare in sede di prima applicazione della disciplina e anticipa le modifiche che devono essere apportate a modelli e procedure previgenti, in quanto parzialmente superate.

Per i datori di lavoro e i relativi consulenti sono particolarmente utili i chiarimenti che riguardano la destinazione del TFR da parte dei dipendenti. La nuova legge ha infatti previsto che gli accordi collettivi possano regolamentare un conferimento anche parziale del TFR anche per coloro che sono iscritti a forme di previdenza obbligatoria dal 29/4/1993 (cd. nuovi iscritti).
La Covip ha chiarito che, quando sarà contrattualmente previsto, il conferimento parziale potrà anche essere scelto da un dipendente già iscritto ad una forma di previdenza complementare con il versamento dell'integrale TFR maturando. Tale opzione verrà accordata anche ai lavoratori che hanno aderito alla previdenza complementare in modalità silente con l'integrale destinazione del TFR: essi potranno quindi esplicitare, successivamente all'adesione silente, la volontà di rimanere iscritti al fondo con il versamento della minore quota contrattualmente prevista.
Riferimento normativo: COVIP, circolare 26 ottobre 2017, prot. n. 5027; revisione della delibera 24 aprile 2008