Logo CNA Forlì Cesena

12-04-2017 | Primo piano

CNA Impresa Donna: importante contributo alla ripresa

CNA Impresa Donna: importante contributo alla ripresa

E’ il tema, ripreso sotto molti aspetti, dell’assemblea elettiva del raggruppamento territoriale Impresa Donna di CNA Forlì-Cesena.

Qual è la consistenza ed il ruolo dell’imprenditoria femminile nel panorama produttivo?  Quali le problematiche che le donne sono chiamate ad affrontare per esercitare questa importante funzione?
Questi gli argomenti affrontati nel corso dell’assemblea che ha confermato Elena Balsamini, nella carica di presidente del raggruppamento Impresa Donna di CNA Forlì-Cesena e che ha eletto come componenti la presidenza Roberta Alessandri, Maria Letizia Antoniacci,, Manuela Camprini, Alessandra Catania, Silvia Cavina, Meris Giardini, Laura Grilli, Rosanna Maroni, Annalisa Raduano, Lucia Salaroli, Monica Sartini, Paola Scalzotto e Paola Sansoni.

“L’Italia è il paese europeo – ha affermato la presidente Balsamini - con il più alto numero di lavoratrici indipendenti insieme al Regno Unito. Dai dati Eurostat, riferiti al terzo trimestre 2016, emerge infatti che nella popolazione di età lavorativa compresa tra i 15 e i 64 anni del nostro Paese, le lavoratrici indipendenti sono 1,4 milioni, corrispondente al 30,9% dell’intera occupazione indipendente.
CNA Forlì-Cesena esprime 2.820 imprenditrici.
Orgoglio, dunque, ma anche concretezza e occhi aperti; fare oggi in Italia qualunque attività di impresa è complicato, ma se sei donna allora è sicuramente ogni giorno una corsa ad ostacoli”.
Tutte le lavoratrici indipendenti pagano ogni giorno un welfare che troppe volte non aiuta affatto a conciliare lavoro e famiglia.
“Pagano soprattutto – prosegue Balsamini - una cultura del lavoro che non si è ancora completamente liberata da un’idea primitiva che vede il lavoro di impresa come roba da uomini.
Un esempio? lo abbiamo denunciato tante volte: il credito per un’ impresa il cui titolare è donna costa sempre di più. Non va bene, sono muri “culturali” da abbattere. CNA Impresa Donna si impegnerà a fondo ogni giorno fino a quando non arriveremo, anche in questo campo, ad una parità piena e non a passo ridotto”.

Tanta fiducia nell’imprenditoria femminile, è giustificata? Da una ricerca emerge che una maggiore presenza femminile nei processi decisionali, porterebbe a maggiori performance aziendali e ad una riduzione del rischio di default.
In questo senso, il talento femminile ha dimostrato di rappresentare un fattore di efficienza economica.

Chi è Elena Balsamini: forlivese, titolare dell’azienda Il Guado che opera nel settore dell’artistico, è in CNA dal 1996. E’ componente la presidenza di CNA Forlì città e della direzione provinciale.