Logo CNA Forlì Cesena

02-03-2017 | Primo piano

CNA e le imprese: connessi al cambiamento

CNA e le imprese: connessi al cambiamento

Al via le assemblee per il rinnovo degli organi dell’Associazione che raggruppa 10.728 imprenditrici e imprenditori in provincia. In totale 21 appuntamenti tra marzo e maggio, perché è importante partecipare.

Al via la campagna per il rinnovo degli organi di CNA Forlì-Cesena: 21 appuntamenti tra marzo e maggio, per eleggere 226 imprenditrici e imprenditori che andranno a costituire il gruppo dirigente dell’Associazione. Un percorso presentato giovedì 2 marzo a Cesena, in una conferenza stampa a a cui hanno partecipato Lorenzo Zanotti e Franco Napolitano, rispettivamente presidente provinciale e direttore generale di CNA Forlì-Cesena. CNA, che pone le sue radici nella rappresentanza dell’artigianato, si è ormai consolidata come punto di riferimento per tutte le micro piccole e medie imprese e, negli ultimi anni, anche per il mondo delle professioni, sia iscritte ad albi e ordini che no.
Stiamo parlando del cuore del nostro tessuto economico, sia a livello territoriale che nazionale. Le PMI, infatti, rappresentano la quasi totalità delle imprese italiane: sono infatti il 99,9%, mentre le grandi imprese sono appena uno 0,1% del totale. Andando a guardare meglio, le PMI si suddividono tra un 94,8% di microimprese (meno di 10 dipendenti), un 4,6% di piccole (tra 10 e 50 dipendenti) e uno 0,5% di medie (tra 50 e 250 dipendenti). Dati nazionali ma che corrispondono sostanzialmente anche al nostro territorio. Una forza economica, ma anche sociale: le PMI, infatti, rappresentano l’80% degli occupati nel settore privato.

Il sistema CNA rappresenta 648.800 imprenditrici e imprenditori a livello nazionale e 10.728 nella nostra provincia. CNA Forlì-Cesena conta 23 sedi capillarmente distribuite sul territorio. Con i suoi 304 collaboratrici e collaboratori è la più grande società di servizi privata della nostra provincia. Gestisce oltre 3.430 contabilità e 10.324 cedolini paga, oltre a numerosi altri servizi che spaziano dai più consolidati ai più innovativi. Da segnalare anche i 7.122 pensionate e pensionati associati.
Sono complessivamente 226 le imprenditrici e gli imprenditori impegnati a vari livelli come dirigenti dell’Associazione, quelli per i quali si andrà nelle prossime settimane al rinnovo con le assemblee elettive.

Appuntamenti che saranno anche occasione per riflettere su quale possa essere il ruolo della rappresentanza oggi, quando c’è chi mette in discussione l’associazionismo stesso, che andrebbe sostituito da un rapporto diretto fra cittadini e istituzioni. Gli imprenditori di CNA credono, al contrario, che il modello associativo in questo momento storico abbia un’enorme forza rivoluzionaria. Insieme si possono affermare dei valori, condividere progetti e opportunità di sviluppo, avere servizi di supporto, difendere i propri interessi e anche – ultimo ma non meno importante – dire la propria opinione, sapendo che questa verrà ascoltata.
A partire dai numerosi progetti messi in campo da CNA, che dimostrano nel concreto come l’unione faccia davvero la forza. Pensiamo alla class action per tutelare gli autotrasportatori contro la lobby dei costruttori di camion, cui hanno aderito in provincia imprese per un totale di 1.000 mezzi. Sfruttando i gruppi d’acquisto, CNA ha garantito ai propri associati 1,2 milioni di euro di risparmi sui costi dell’energia elettrica e del gas; ha messo in campo azioni di settore come il progetto Rigenerazione urbana. Per essere vicini alle imprese CNA non solo ha mantenuto la presenza capillare sul territorio, ma ha continuato a investire, come nella recentissima ristrutturazione della sede di San Mauro Pascoli.

Il tema della campagna per il rinnovo degli organi sarà, non a caso, “CNA e le imprese: connessi al cambiamento”. Il calendario delle Assemblee elettive 2017 di CNA Forlì-Cesena prenderà l’avvio il 7 marzo a Cesena, per concludersi il 15 maggio.
Si voterà per le presidenze delle aree territoriali: il 16 marzo Colline forlivesi (a Forlimpopoli e Castrocaro), il 21 Forlì città (a Forlì), il 23 Est Romagna (a Savignano sul Rubicone) e infine il 30 Cesena Val Savio (a Cesena). Nelle stesse settimane si voterà anche per le unioni di mestiere: il 7 marzo Benessere e Sanità (a Cesena), il 9 Artistico e Tradizionale (a Forlì), il 13 Installazione e Impianti e Alimentare (entrambe a Forlimpopoli), il 15 Produzione (a Forlì), il 19 Fita (a Cesena), il 20 Costruzioni (a Forlimpopoli), Federmoda (a Forlì) e Servizi alla Comunità (a Forlimpopoli) e infine il 22 Comunicazione (a Cesena). Sabato 25 marzo sarà la volta di CNA Pensionati (a Forlì).
A seguire, nel mese di aprile, si terranno nella sede provinciale di CNA a Forlì le assemblee dei Raggruppamenti di interesse: il 5 aprile si parte con i Giovani Imprenditori, per proseguire il 10 con le Professioni, l’11 con CNA Impresa Donna, il 12 con Turismo e Commercio e infine il 13 con l’Industria.
In conclusione il 15 maggio, con l’insediamento dell’Assemblea territoriale saranno elette la Direzione e la Presidenza territoriali di CNA Forlì-Cesena.
In totale 21 appuntamenti tra marzo e maggio, perché è importante partecipare.

Scarica il calendario completo degli appuntamenti elettorali per CNA Forlì-Cesena


Video


Primo piano
CNA e le imprese: connessi al cambiamento | Cesena, 2 marzo 2017