Logo CNA Forlì Cesena

08-11-2017 | Territorio

CNA Colline forlivesi: partono i laboratori 'Detto, fatto!'

CNA Colline forlivesi: partono i laboratori 'Detto, fatto!'

Messi a disposizione degli istituti comprensivi di tutti i 14 comuni dell’area, i laboratori del progetto CNA per diffondere la cultura della manualità

Continua, ampliandosi, il costante impegno che CNA ha profuso negli anni, verso il mondo della scuola. Per la prima volta CNA Colline forlivesi mette a disposizione i laboratori di “Detto, fatto! A scuola con CNA” in tutti i 14 comuni del territorio.

Dopo la prima fase, il percorso riprende nel territorio delle Colline forlivesi, con l’obiettivo di presentare il mondo dell’artigianato e di fare vivere in prima persona le lavorazioni di eccellenza che caratterizzano il nostro territorio.

Si parte con circa 400 alunni delle scuole primarie dei comuni di Forlimpopoli e Predappio, con a seguire Civitella, Galeata e Cusercoli.

Una iniziativa concreta e consistente, per essere vicini alle comunità di questi territori, in cui prevale la diffusione della cultura del lavoro; una esperienza molto apprezzata anche dagli insegnanti, che la giudicano un “importante completamento della didattica scolastica”.

Gli artigiani di CNA, faranno visita alle classi delle scuole primarie, proponendo laboratori in cui sarà possibile far provare ai bambini le varie esperienze:

  • stampa tradizionale a ruggine, sotto la guida di Elena Balsamini dell’omonima stamperia di Forlì;
  • lavoro di ceramista, con Katia Gianesella di Portico;
  • creazione del mosaico, coordinati da Angeliki Drossaki di Studio AD di Forlì;
  • lavorazione della pelle, con Roberta Alessandri di Smart Leather di S. Mauro Pascoli e di Marco Gabbanini di Cesenatico.

“I ragazzi si avvicinano a questa esperienza – sottolinea Mauro Turchi, presidente di CNA Colline forlivesi – con grande entusiasmo, curiosità e attenzione, grazie alla presenza in classe degli imprenditori, che li coinvolgono attraverso laboratori che esaltano il saper fare, la creatività e la manualità. Il tutto, è opportuno sottolinearlo, senza alcun costo per le scuole. Come CNA crediamo sia molto importante far conoscere il valore del lavoro, anche manuale, per avvicinare il mondo della scuola all’impresa e far comprendere ai ragazzi che la passione per il proprio lavoro e l’idea di diventare artigiani, può nascere anche da esperienze come queste”.