Logo CNA Forlì Cesena

01-12-2017 | Primo piano

Cigo - chiarimenti: termini di presentazione delle domande e proroghe

Le domande di Cigo presentate dal 24/9/2015 sono soggette al nuovo termine di presentazione di 15 giorni decorrenti dalla data di inizio della sospensione/riduzione dell'attività lavorativa.

Fanno eccezione le domande per eventi oggettivamente non evitabili presentate dall'8/10/2016 alle quali si applica il termine di scadenza coincidente con la fine del mese successivo a quello in cui si è verificato l'evento.

Nel modulo di domanda, presentata per eventi oggettivamente non evitabili, le aziende sono tenute ad indicare nell'apposito campo "data di inizio effettivo" il giorno esatto in cui ha inizio la sospensione dal lavoro. L'indicazione di tale dato consente l'individuazione del mese in cui si colloca l'evento e conseguentemente del termine di scadenza.
Se le giornate di sospensione si collocano in mesi diversi, l'Inps ammette la presentazione di un'unica domanda la quale, per non essere considerata "fuori termine", deve essere presentata entro il mese successivo a quello in cui si è verifica il primo evento meteo.
Inoltre, l'indicazione di una data di proroga coincidente con la data di ripresa dell'attività, precedentemente indicata, non può essere causa di rigetto della domanda. La proroga presuppone, infatti, una prosecuzione senza soluzione di continuità di un intervento già richiesto. Ne consegue che la data di effettiva ripresa dell'attività da prendere in considerazione è quella indicata nell'azienda nell'ultima domanda di proroga.
Riferimento: Inps messaggio 18 ottobre 2017,  n. 4067