Logo CNA Forlì Cesena

10-04-2019 | Opportunità

5 per mille: nuove iscrizioni e rendicontazione

5 per mille: nuove iscrizioni e rendicontazione

Tutto pronto per l'iscrizione al beneficio del 5x1000 per l’anno 2019.

Gli enti di volontariato e della promozione sociale, iscritti nei relativi Registri Regionali, e le associazioni sportive dilettantistiche, iscritte nel registro CONI, in possesso dei requisiti possono procedere all’iscrizione dal 2019.

L’iscrizione deve essere presentata tramite i servizi telematici dell’Agenzia o tramite intermediario abilitato (come CNA Forlì-Cesena) alla trasmissione telematica, entro il 7 maggio 2019

Possono partecipare al riparto delle quote del 5x1000 anche gli enti che presentano le domande di iscrizione e provvedono alle successive integrazioni documentali entro il 30 settembre 2019, versando un importo pari a 250 euro.

I requisiti sostanziali richiesti per l’accesso al beneficio devono essere comunque posseduti alla data di scadenza originaria della presentazione della domanda di iscrizione. All’atto dell’iscrizione il sistema rilascia una ricevuta che attesta l’avvenuta ricezione e riepiloga i dati della domanda.

Attenzione: i soggetti che sono presenti nell’elenco permanente degli enti iscritti, pubblicato il 29 marzo 2019, non sono tenuti a presentare la domanda di accesso al beneficio del 5 per mille di quest’anno, né la dichiarazione sostitutiva. Solo nel caso di variazione del rappresentante legale, quest’ultimo è tenuto entro il 1° luglio 2019, a pena di decadenza dell’ente dal beneficio, a sottoscrivere e trasmettere una nuova dichiarazione sostitutiva, ferma restando la domanda telematica di iscrizione già presentata.

Per quanto riguarda i nuovi obblighi di rendicontazione previsti dal d.lgs 111/2017 collegato alla Riforma del Terzo Settore il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha confermato che non sono ancora operativi, rimanendo quindi in vigore le “vecchie” regole. Pertanto restano esonerati dalla sola trasmissione del rendiconto e della relazione, gli enti che hanno percepito contributi d’importo inferiore a 20.000 euro.